lunedì, 3 agosto 2020 - 13:23:41

LETTERA APERTA della DIRIGENTE AI GENITORI

 

Ai genitori ed agli allievi  di Ercolano,

                              

a seguito delle gravi accuse mosse a mio carico per non aver accettato le iscrizioni di più di cento alunni, mi vedo costretta a fare chiarezza con una lettera aperta, per evitare altre spiacevoli situazioni ed inutili recriminazioni.

Già dal 2 dicembre scorso, con una richiesta, inviata e regolarmente protocollata, ci si era presi cura di allertare le Autorità Comunali di quanto già si  prevedeva sarebbe accaduto. Difatti, nei giorni preposti alle iscrizioni degli allievi ad oggi frequentanti la quinta classe delle scuole primarie, si registrava un più che cospicuo numero di aspiranti. Presso la scuola che dirigo, ben 252 famiglie hanno chiesto di poter iscrivere i propri figli per il prossimo anno scolastico.

Si chiedeva quindi al Comune di voler concedere almeno cinque aule con l’istituzione, in tempi brevi, di una succursale. Alla comunicazione non faceva seguito alcuna risposta.

Conseguentemente, in prossimità della scadenza ministeriale del 28 febbraio - nella quale ogni Dirigente Scolastico deve comunicare la propria disponibilità ad accettare allievi - il Consiglio di Istituto provvedeva ad individuare preventivamente il più idoneo e trasparente dei criteri per un’eventuale esclusione, vale a dire l’effettiva distanza tra la residenza dei ragazzi e la sede scolastica, valutata in modo oggettivo da un’apposita commissione di genitori e docenti.

Parallelamente si richiedeva in via ufficiale di  poter contattare il Sindaco, per sollecitare una soluzione. All’incontro, avvenuto il giorno 19 febbraio 2015, presenziava anche un cospicuo numero di genitori e docenti interessati. In quella sede, dati alla mano, si consegnava un’ulteriore richiesta ampiamente motivata, di una nuova  succursale.

In data 26/02/2015, alla scuola perveniva comunicazione della “disponibilità di numero 2 aule presso l‘Istituto Durante… di via Marconi”. Preso atto della situazione, il Consiglio di Istituto si vedeva costretto a procedere all’esclusione degli allievi in esubero.

Nella consapevolezza di aver agito, come sempre nel mio costume, secondo i dettami deontologici che ciascun funzionario di Stato dovrebbe sempre avere ben chiari nell’esecuzione della propria azione professionale,  ritenevo doveroso richiamare brevemente quanto accaduto, onde evitare illazioni e cattiva informazione.

Sono profondamente amareggiata per non essere stata messa nella condizione di soddisfare le richieste di tanti che hanno scelto di concedere al nostro Istituto una fiducia che, certo, non sarebbe stata delusa.

Lascio ad altri la considerazione e la responsabilità di aver determinato seri problemi non solo alle famiglie residenti nel Comune, quanto ad un’istituzione statale che, in pochi anni, ha saputo farsi valere e rendersi di pregio in un territorio difficile, al costo di sacrifici ed impegno da parte del personale tutto, che oggi si trova nelle inevitabili difficoltà legate al sottodimensionamento dell’Istituto “Iaccarino”.

 

 

Quanto riferito è documentato nel sito Web della Scuola “Iaccarino” nel quale vengono regolarmente pubblicati gli atti di pubblico interesse- www.scuolaiaccarino.gov.it

 

     Ercolano, 21 aprile 2014                                                                   La Dirigente Scolastica

                                                                                                           Prof.ssa Letizia Spagnuolo